©CC BY-SA 2.5 / Aerocene Foundation
icons

Tomás Saraceno - Aerocene

Saraceno sogna un futuro con città volanti che fluttuano a energia quasi zero attivate con l’energia solare e eolica.  Prototipi: mandalo verso il cielo e fallo filmare.

Poortersloge
gratuito

De installatie

Aerocene

L'installazione video Aerocene di Tomás Saraceno si inserisce nel progetto multidisciplinare a lungo termine Aerocene, che ci introduce a una nuova era. Operando una sintesi tra arte, tecnologia ed ecologia, Aerocene delinea una visione di vita nell'atmosfera e di viaggi a zero emissioni e senza l'uso di combustibili fossili. Saraceno esplora in questo modo gli aspetti scientifici e artistici della problematica ambientale. La sua performance, realizzata la scorsa primavera nel centro di Bruges, si traduce in sculture a forma di palloncini che fluttuano nel cielo. Il calore del sole fornisce loro l'energia necessaria per galleggiare in aria, creando una differenza di temperatura tra la superficie interna e quella esterna: le sculture sono così in grado di spostarsi senza alcuna emissione. Con questa costellazione, Aerocene attiva lo spazio pubblico a Bruges. L'evento verrà interamente ripreso e presentato nel Poortersloge nel corso della Triennale.

bio

Tomás Saraceno

Tomás Saraceno (1973, Tucuman, AR) vive e lavora a Berlino (DE). Fu inizialmente formato come architetto ed è oggi considerato uno degli artisti più visionari della sua generazione. Il suo lavoro è di natura sperimentale, alimentato dal mondo dell' arte, dell' architettura, delle scienze naturali e dell' ingegneria. Sculture galleggianti, progetti comunitari e installazioni interattive esplorano nuovi modi di vivere, vivere e lavorare.

I progetti di Saraceno sono strettamente legati allo sfrenato utopismo degli architetti radicali degli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso.